articles masthead backgorund image
blog-post-masthead image

Salute fisica

7 consigli per prevenire la disreflessia autonomica

Scopri sette consigli per prevenire la disreflessia autonomica.

da: KMT ottobre, 2021 5 min leggere

La disreflessia autonomica è un disturbo potenzialmente letale, tuttavia alcune semplici precauzioni possono aiutarti a evitarla e minimizzare i rischi.

I pazienti con una lesione del midollo spinale sono a rischio di disreflessia autonomica. In questo caso, il sistema nervoso autonomo reagisce in modo eccessivo agli stimoli al di sotto della lesione del midollo spinale e può fare schizzare la pressione arteriosa a livelli pericolosi. Il risultato può essere un ictus, un attacco o un arresto cardiaco.

 

Consigli per prevenire la disreflessia autonomica

  • Controlla regolarmente il catetere: Se avete un catetere permanente/catetere sovrapubico con una sacca, assicurati che la sacca non sia troppo piena e che i tubi non siano piegati. Controlla anche che il catetere sia collegato correttamente e che funzioni bene.

  • Evita le infezioni vescicali: Assicurati di cateterizzare correttamente (vedi linee guida), bevi abbastanza (1,5 - 2 litri al giorno) e verifica che il volume del catetere non sia troppo grande.

  • Segui il programma per la vescica: Adegua lo svuotamento della vescica alla quantità che bevi, alle bevande che bevi e all'ora. Fai anche attenzione alla tua temperatura corporea e alla ritenzione di liquidi, per esempio nei piedi.

  • Segui il programma per l'intestino: vai regolarmente al bagno per evitare che l'intestino si riempia eccessivamente. Anche la stipsi può causare la disreflessia autonomica. Anche una stimolazione digitale eseguita in modo poco delicato può causarla. Se hai dei problemi, contatta la tua infermiera e/o uno specialista dell'intestino.

  • Controlla regolarmente la salute della pelle: le ulcere da pressione (o piaghe da decubito), come anche le scottature e altri problemi cutanei, possono causare la disreflessia autonomica. È opportuno che tu e il tuo caregiver controlliate tutte le zone al di sotto della lesione midollare per verificare la presenza di puntini rossi o problemi cutanei. Se necessario, rivolgiti al medico o un’infermiera/e.

  • Controlla regolarmente che non siano presenti traumi: i traumi di cui potresti non esserti accorto possono scatenare la disreflessia autonomica. È opportuno che tu e il tuo caregiver controlliate periodicamente la presenza di tagli, sbucciature, graffi, ossa fratturate o altre fratture.

  • Indossa indumenti e scarpe comodi: calze, indumenti o scarpe troppo aderenti possono causare la disreflessia autonomica, quindi evita di indossarli. Pertanto, porta abiti più larghi, specialmente nella zona genitale. Evita cinghie o cinture strette che potrebbero ostruire il flusso sanguigno.

 

Altri consigli utili per prevenire la disreflessia autonomica

È importante per te, per il tuo caregiver, ma anche per i tuoi parenti (che ti assistono) essere informati sulla disreflessia autonomica. In particolare, è necessario conoscere i segnali di avvertimento che indicano questa emergenza medica.

Se ti capita di manifestare degli episodi di disreflessia autonomica, tieni un diario dei sintomi, delle cause e di cosa tu, il tuo caregiver o il medico avete fatto per risolverli. Se hai episodi ricorrenti, questo diario può tornare utile al team di assistenza medica.

Infine c'è anche un tessera di emergenza per la disreflessia autonomica. Contatta il tuo navigatore se sei interessato.

 

Articolo successivo

Consigli per aiutarti a restare attivo con una lesione del midollo spinale

Sei nuovo du Navigator? Diventa subito un cliente

Registrati qui per chattare con Stefan

Oh, no! Something went wrong